News
  27.01.2017 - Banca Popolare di Puglia e Basilicata scende "in campo" con un plafond di 30 milioni.

 

Banca Popolare di Puglia e Basilicata, consapevole delle straordinarie ed eccezionali avversità naturali che da settimane hanno colpito gran parte delle Regioni del Centro Sud Italia, con enormi danni  al patrimonio agricolo e zootecnico, ha deciso di attivare interventi specifici di natura creditizia, con l'applicazione di  tassi e condizioni accessorie preferenziali.

"Abbiamo messo "in campo" - dichiara il Presidente della BPPB, Leonardo Patroni Griffi - un piano di interventi immediati, con l'obiettivo di dare un sostegno concreto alle aziende del settore a salvaguardia dell'attività economica e della continuità operativa".

"La Banca - aggiunge il Vice Direttore Generale Vicario, Francesco Paolo Acito - ha deciso di stanziare un plafond fino a 30 milioni, riservandosi la possibilità di incrementarlo ove la numerosità delle richieste lo rendesse necessario".

L'iniziativa è volta a supportare le aziende agricole, clienti e non clienti della Banca, operanti nelle Regioni Puglia, Basilicata, Abruzzo, Campania, Lazio, Molise e Marche, che abbiano registrato danni alle proprie coltivazioni, strutture ed altri fattori della produzione, attraverso la concessione di nuovi finanziamenti o la rinegoziazione di quelli in essere per importo fino a 100.000€ con una istruttoria semplificata che preveda la sola certificazione del danno subito.

Diverse le modalità di erogazione e durata, in base alle singole esigenze degli operatori e la natura del danno registrato.

Per eventuali necessità che superino l'entità massima indicata, la Banca ha comunque istituito una corsia preferenziale per esaminare tali richieste, al fine di garantire risposte tempestive ed in linea con le problematiche straordinarie che le hanno generate.