News
  04.08.2011 - SEMESTRALE BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA: L'UTILE NETTO AL 30 GIUGNO IN CRESCITA A 3,3 MILIONI DI EURO

Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Puglia e Basilicata ha approvato i risultati relativi ai primi sei mesi dell'anno che evidenziano, rispetto al 2010, un incremento del 6,4% del margine finanziario, del 12,9% del margine da servizi, dell'8,5% del margine di intermediazione, del 63% dell'utile lordo, mentre l'utile netto è di 3,3 milioni di euro (ex 1,4 mln!).

Il Presidente della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, avv. Pasquale Caso, dichiara:

"Il risultato è frutto dell'impegno dell'intera macchina operativa che ha dato prova di professionalità e responsabilità pur in un momento così difficile e caratterizzato da una competitività esasperata. Questi sforzi sono stati premiati con una crescita significativa. L'incertezza del mercato consiglia, ancor più di non abbassare la guardia e continuare a profondere impegno, solo così la crescita potrà essere costante. Ed è quello che continuerà a fare la nostra Banca, con attenzione e prudenza nel sostegno delle economie servite".

Nel 1° semestre 2011 la raccolta diretta della BPPB è cresciuta di oltre il 4% e la raccolta globale ha raggiunto la soglia dei 6,3 miliardi di euro (+1,2% sul dicembre 2010).

Gli impieghi a clientela aumentano del 2,8% rispetto allo scorso fine esercizio passando da 3,7 a 3,8 miliardi di euro. L'indice delle sofferenze nette su impieghi a clientela si è attestato al 2,7%.

Il Direttore Generale dott. Errico Ronzo cosìcommenta:

"Le turbolenze dei mercati, pervasi da incertezze e previsioni fosche, non hanno condizionato l'operato della Banca che ha continuato a sostenere con rigorosa attenzione gli operatori dei territori serviti esprimendo una gestione equilibrata e positiva".

 

Altamura, 03 agosto 2011