News
  19.12.2014 - La Banca Popolare di Puglia e Basilicata avvia il "progetto 10 talenti"

Altamura, 19 dicembre 2014 - La Banca Popolare di Puglia e Basilicata avvia la ricerca di 10 giovani talenti nei territori di origine, da assumere entro giugno 2015. 

Il presidente Michele Stacca

Al riguardo il Presidente della BPPB Michele Stacca dichiara: “La nostra Banca  guarda con molta attenzione al mondo dei giovani, soprattutto in questo particolare momento congiunturale in cui, per molti di loro, è difficile trovare un’occupazione. Siamo una banca del territorio e vogliamo offrire ai nostri giovani una concreta opportunità di formazione e di crescita professionale, per continuare a contribuire al benessere della collettività e alla ripresa del tessuto economico

Ecco le caratteristiche richieste: laurea magistrale in Economia e Commercio o equivalenti, Giurisprudenza o Ingegneria con indirizzo gestionale con votazione non inferiore a 105/110 oppure laurea di primo livello in Economia e Commercio o equivalenti, e con votazione non inferiore a 110/110.

La selezione è circoscritta ai residenti in Puglia e Basilicata da almeno cinque anni, mentre per la loro assunzione è stata individuata la forma del contratto di apprendistato finalizzata al conseguimento di una qualifica professionale, attraverso un percorso formativo specifico. Si procederà ad articolare le attività formative in contenuti di base e trasversali, omogenei per tutti gli apprendisti, e contenuti di tipo professionalizzante specifici in relazione alla qualifica da acquisire. I candidati saranno selezionati con l’ausilio di una società esterna specializzata, la Inforgroup spa, attraverso un processo strutturato, rigoroso e trasparente, mediante test psico-attitudinali, colloqui individuali e con criteri definiti, tra i quali l’analisi delle competenze e del potenziale. Le candidature saranno raccolte attraverso il nostro sito www.bppb.it, oppure sul sito della Inforgroup S.p.A.  www.inforgroup.eu  attraverso il link “Progetto 10 Talenti”.

Il Direttore Generale, Alessandro Maria Piozzi, aggiunge: “è un’iniziativa in controtendenza col contesto nazionale, è un contributo concreto alla ripresa dell’economia reso anche possibile grazie agli strumenti di ingresso nel mondo del lavoro. Vogliamo puntare sulla ricerca e sull’inserimento dei migliori neolaureati, perché per noi è essenziale lavorare fin da oggi sulla preparazione dei leader di domani, assicurare all’interno le migliori capacità e potenzialità per servire al meglio la clientela”.

Il progetto, che rientra nel piano industriale 2014/2017, mira attraverso l’assunzione di giovani ad elevato potenziale, a dare ulteriore sostegno al territorio generando una crescita di valore sostenibile.

Altre le iniziative previste nel suddetto piano, volte alla valorizzazione del personale dipendente, quali per esempio piani di formazione professionale mirati in particolare sulle figure dei gestori di clientela. In corso di progressiva attuazione le ulteriori azioni in tema di organizzazione territoriale e di razionalizzazione dei processi di governance finalizzate a migliorare i livelli di efficienza e produttività e contenimento dei costi. 

Il progetto di razionalizzazione della rete si pone l’obiettivo di offrire un miglior servizio ai nostri stakeholders attraverso una diversa portafogliazione della clientela, che consentirà un più incisivo impulso commerciale e l’efficientamento dell’assetto di rete, con semplificazione delle tipologie di dipendenze e l’evoluzione di figure professionali a presidio di specifiche attività.