News
  01.01.2006 - INTERVISTA ALL'AVV. D'ECCLESIIS, Presidente della Banca Popolare di Puglia e Basilicata

Presidente, la Banca Popolare di Puglia e Basilicata scende in piazza per affrontare la sfida dell'Euro? In previsione dell'imminente introduzione dell'Euro, la Banca Popolare di Puglia e Basilicata ha completato tutte le attività necessarie al cambiamento.

Insieme con le misure di carattere organizzativo e con le azioni formative del personale dipendente, l'Istituto ha adottato specifici interventi per diffondere l'informazione nei confronti della clientela e, in generale, del grande pubblico, allo scopo di migliorare la consapevolezza dei cittadini sulle modalità d'impiego della nuova moneta.
Sono state pertanto realizzate e distribuite apposite guide per famiglie ed imprese, regoleuro semplificati e locandine informative con l'obiettivo di dare risposta ai quesiti più frequenti e di accrescere la fiducia nei nuovi mezzi di pagamento. Nell'ambito di queste iniziative di avvicinamento all'Euro, la Banca realizzerà domenica 23 Dicembre 2001 un evento promozionale denominato "Natale con l'Euro" destinato al grande pubblico. Appositi gazebo della Popolare di Puglia e Basilicata saranno installati in undici piazze delle principali località sedi di sportelli commerciali dell'Istituto presso i quali i cittadini interessati potranno ricevere chiarimenti sull'Euro ed acquistare il kit di monete predisposto per i privati.

Saranno disponibili N. 1000 kit, in ciascuna piazza ed agli acquirenti verrà fornito in omaggio un euroconvertitore. Le località interessate sono: Altamura, Bari, Barletta, Caserta, Corato, Foggia, Gioia del Colle, Gravina, Matera, Potenza e Taranto.

Esiste il timore che una parte della popolazione non sia preparata ad affrontare il cambiamento. Cosa ne pensa?
In realtà nelle ultime settimane, in virtù degli sforzi che tutti i protagonisti istituzionali coinvolti stanno compiendo, il livello di conoscenza delle modalità di avvio della circolazione dell'euro è migliorato sensibilmente.
Di conseguenza, buona parte di coloro che temevano la fase del "changeover" si è rasserenata. Tuttavia esiste una percentuale limitata di anziani e di cittadini con scolarità bassa che andrà assistita con particolare attenzione almeno sino al momento in cui terminerà la doppia circolazione. Sarà doveroso da parte di tutti porsi come obiettivo morale l'assistenza di queste fasce di popolazione più indifese.

Tre consigli per imparare ad usare l'Euro.

- Utilizzare più frequentemente per gli acquisti la carta di credito e la carta pagobancomat che consentono di non   dover controllare l'esattezza del resto;

- ritirare il "minikit" contenente 53 monete euro per un controvalore di £. 25.000 per acquisire l'opportuna   dimestichezza con le nuove monete che saranno utilizzate molto di più rispetto alle monete in lire dal momento che   la moneta da due euro ha una valore di circa 4.000 lire;
 
- munirsi, per i primi tempi, di un euroconvertitore a doppio display che visualizzi contemporaneamente il valore in   lire ed il controvalore in euro per migliorare il processo di consapevolezza del valore degli acquisti in euro.
 
La Banca Popolare di Puglia e Basilicata ormai ha orizzonti molto ampi. Quanto sono ancora importanti i legami con il territorio in cui è nata?
E' ormai unanimemente riconosciuto il ruolo determinante che le banche locali hanno storicamente ricoperto e continuano a ricoprire nello sviluppo economico e sociale dei territori di insediamento. Questo dato è altresì confermato dall'estrema vitalità delle banche popolari che, pur essendo diminuite numericamente a seguito di processi di aggregazione, continuano a mantenere tassi di crescita, redditività e quote di mercato elevate.
La Banca Popolare di Puglia e Basilicata, forte di una tradizione più che centenaria e di una rete di circa 70 sportelli, è cresciuta e si è sviluppata con e per il suo territorio di riferimento e fa del localismo uno dei propri punti di forza. La conoscenza approfondita del territorio e della clientela facilita il rapporto fiduciario e sostiene lo sviluppo. Tuttavia non si può e non si deve accontentarsi solo di questo ma riuscire, grazie alla maggiore flessibilità decisionale e di adattamento al mercato data dalla piccola dimensione, a sfruttare al meglio le opportunità offerte dalla tecnologia e da internet per servire il cliente da vicino e a 360 gradi.
 
Il polo dei salotti è realtà in continua espansione. Gli istituti di credito svolgono una funzione di volano di questo sviluppo?
Anche se quello del salotto è diventato, con il suo indotto, un settore trainante dell'economia locale, la Murgia ha anche molte altre risorse.
A parte le risorse ambientali e culturali che ne fanno un potenziale polo turistico di attrazione internazionale, penso non siano da trascurare anche altri settori che negli ultimi venti anni, anche col sostegno della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, hanno avuto uno sviluppo considerevole: gli impianti molitori, i biscottifici, l'agroalimentare, l'abbigliamento, la lavorazione del marmo e quella del legno, i servizi.
Infatti, se oggi la Murgia attraversa un periodo di crescita e sviluppo lo si deve anche al ruolo rivestito dal sistema creditizio locale che deve continuare a svolgere il ruolo di agente e sostenitore dello sviluppo del territorio interpretando in chiave moderna i segnali provenienti dal mercato ed aprendosi al cambiamento senza disancorarsi dalla propria identità.
 
Parliamo di formazione. Avete avviato un corso di specializzazione in tecnica bancaria. Ce ne sono altri in programma?
L'anno in corso è stato particolarmente impegnativo per le attività di formazione erogate dalla BPPB anche al fine di gestire adeguatamente il definitivo passaggio all'euro e i cambiamenti dovuti all'euro-changeover. Tali iniziative di tipo tecnico-specialistico e manageriale-comportamentale, si sono ad oggi quantificate in circa 3500 giornate/uomo, con significativo incremento rispetto all'anno precedente.
Nel contempo, nell'ambito della legislazione in materia di tirocini formativi, sono state avviate delle collaborazioni con enti esterni di formazione finalizzate a far acquisire a giovani neo diplomati e neo laureati – residenti in zona – una conoscenza diretta del mondo del lavoro e rendere un ulteriore servizio al territorio; tra queste collaborazioni rientra il supporto fornito al corso di specializzazione in tecnica bancaria organizzato dal "Centro Studi Comunicare l'impresa" che ha visto la partecipazione di numerosi stagisti.
 
Come sta andando l'internet banking?
Direi bene. La Popolare di Puglia e Basilicata, attraverso prodotti/servizi di banca virtuale come "Popel on line" (per il trading on line), "Popel 2000" (il servizio di Corporate Banking Interbancario per le aziende), Internet Banking informativo e dispositivo ed il Call Center per l'"after hours", sta differenziando sempre più la propria offerta che va caratterizzandosi per la "personalizzazione" dei contenuti. A fronte di ciò rileviamo una clientela sempre più interessata ed un sensibile aumento dei contratti sia nel settore famiglie che nel settore aziende.