News
  02.10.2008 - BPPB: interamente sottoscritto l'aumento di capitale

 

La Banca Popolare di Puglia e Basilicata ha collocato con successo l'aumento di capitale. E' stata infatti interamente sottoscritta l'offerta di nuove azioni ordinarie per un controvalore di circa 27 milioni di euro. Il prezzo di collocamento, pari a euro 8,40 per azione è stato considerato vantaggioso dai sottoscrittori in relazione al valore patrimoniale dell'azione e alla solidità dell'emittente. Positivo anche il riscontro del concomitante collocamento del prestito obbligazionario convertibile. La Banca incrementa così i propri mezzi patrimoniali per un importo complessivo di 70 milioni di euro circa.
"Scopo del rafforzamento patrimoniale, commenta il Presidente avv. Raffaele D'Ecclesiis, è stato quello di sostenere il raggiungimento degli obiettivi di crescita previsti dal piano strategico della Banca e di adeguare il patrimonio al costante incremento degli impieghi. I nuovi mezzi patrimoniali rendono la Banca più forte e maggiormente in grado di sostenere le sfide del mercato. I nostri soci e obbligazionisti ancora una volta ci hanno dato fiducia, valore che è per noi il più forte stimolo a crescere ancora."
In proposito è importante ricordare quanto la Banca Popolare di Puglia e Basilicata si sia sviluppata in pochi anni sia in termini dimensionali sia dal punto di vista patrimoniale e reddituale. Il processo di crescita territoriale ha portato infatti la BPPB ad essere attualmente presente in undici regioni italiane con 123 unità operative distribuite anche nel Centro e nel Nord Italia. A una capillare presenza nelle aree storiche di Puglia e Basilicata con 79 sportelli in tutte le province, ha fatto seguito l'espansione territoriale, con ben 44 dipendenze, in Lombardia, Veneto, Friuli, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Campania e Lazio. Le maggiori dimensioni hanno influito positivamente anche sui bilanci della Banca, con utili, margini reddituali e patrimonio in costante incremento.
Mantenendo la propria autonomia e forte di una storia di 125 anni, la Popolare di Puglia e Basilicata è dunque riuscita a svilupparsi nel tempo in modo equilibrato. I soci hanno visto sempre accresciuti il valore e il rendimento delle proprie azioni e le aree servite hanno beneficiato di particolari ritorni sia in termini di supporto all'economia, sia di sostegno alle iniziative socio culturali e di volontariato del territorio.
"Le condizioni offerte - aggiunge il Direttore Generale dott. Errico Ronzo sono state vantaggiose per i soci e gli obbligazionisti notevolmente aumentati negli ultimi anni a testimonianza della validità dei piani strategici sin qui attuati. L'adesione al rafforzamento patrimoniale della Banca in un momento di grande difficoltà per i mercati finanziari, è motivo di grande soddisfazione e conforta il nostro impegno."

 

2 ottobre 2008