News
  31.07.2009 - Bilancio semestrale al 30 giugno 2009, utile a 9,3 milioni di Euro

 

Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Puglia e Basilicata ha approvato il bilancio semestrale al 30 giugno 2009. L'utile semestrale, al netto delle imposte, è risultato pari a 9,3 milioni di euro.
I mezzi patrimoniali, al netto del risultato economico del periodo, rilevano un incremento pari al 2,4% rispetto a dicembre 2008, passando da 307,4 a 314,8 milioni di euro.
Il Presidente della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, avv. Raffaele D'Ecclesiis, dichiara:
"La nostra Banca continua ad esprimere risultati positivi pur in un contesto economico di profonda crisi. In particolare il sostenuto incremento della raccolta globale e degli impieghi a clientela dimostra la costante attenzione che la Banca continua a riservare alle economie dei territori serviti. Nei giorni scorsi abbiamo inoltre concluso una importante operazione di acquisto, dal Monte dei Paschi di Siena, di 15 sportelli nel Nord Italia con una raccolta globale pari a circa 654 milioni di euro e impieghi, al netto delle sofferenze, per circa 290 milioni".
Nel 1° semestre 2009 la raccolta globale della BPPB ha raggiunto i 5,5 miliardi di euro, in crescita del 3,3 % rispetto al dato al 31 dicembre 2008. In particolare, quella indiretta è stata pari a 2,4 miliardi di euro (+5%) mentre quella onerosa si è attestata a 3,1 miliardi di euro (+2%). Gli impieghi a clientela aumentano del 6,8% rispetto allo scorso fine esercizio passando da 3 a 3,2 miliardi di euro. L'indice delle sofferenze nette su impieghi a clientela si è attestato intorno al 2%.

Il Direttore Generale dott. Errico Ronzo così commenta:
 
"Pur in un contesto economico negativo la Banca consegue un soddisfacente risultato di periodo attraverso un lineare ed equilibrato iter gestionale. Il notevole incremento delle masse amministrate, il positivo flusso dei ricavi da servizi e la particolare cura delle spese amministrative ( in flessione quelle del personale ) consentono di mantenere invariate le previsioni di performance in linea con quelle conseguite negli anni precedenti".
 
 
 
31 luglio 2009