News
  01.12.2010 - Sospensione delle rate di mutuo per i comuni del Veneto colpiti dall'alluvione. Informativa alla Clientela.

INFORMATIVA ALLA CLIENTELA


SOSPENSIONE DELLE RATE DI MUTUO PER I COMUNI DEL VENETO COLPITI DALL'ALLUVIONE

L'Ordinanza del Presidente del Consiglio n. 3906 del 13 novembre 2010, riconosce ai soggetti residenti dei Comuni del Veneto colpiti dall'alluvione, il diritto di chiedere la sospensione del pagamento delle rate dei propri mutui.
Possono chiedere la sospensione delle rate le persone fisiche e non, che risultino residenti nei comuni colpiti dall'alluvione. Nell'ipotesi di mutui cointestati è possibile usufruire della sospensione a condizione che almeno uno dei cointestatari risulti residenti in uno dei comuni colpiti dall'alluvione. In proposito si specifica che essendo la sospensione a carattere oneroso, è necessario acquisire il consenso degli altri cointestatari.
Oggetto della sospensione sono i mutui, a prescindere dalla destinazione del finanziamento e dalla presenza o meno dell'ipoteca. Sono di conseguenza esclusi i finanziamenti rientranti nell'ambito dell'applicazione della disciplina sul credito al consumo.
Durante il periodo di sospensione maturano gli interessi contrattuali pattuiti che verranno rimborsati a seconda della modalità di sospensione scelta dal cliente.
La clientela avente diritto può optare fra la sospensione dell'intera rata (quota interessi e quota capitale) e la sospensione della sola quota capitale.
In caso di sospensione dell'intera rata durante il periodo di sospensione, sono comunque dovuti interessi sul debito residuo che saranno calcolati al tasso nominale annuo definito nel contratto di mutuo e saranno addebitati, con la stessa periodicità e le stesse scadenze delle rate di ammortamento, a partire dalla prima rata successiva alla ripresa del pagamento ripartendo gli stessi su tutte le rate ancora a scadere.
In caso di sospensione della sola quota capitale gli interessi dovuti durante il periodo di sospensione, saranno calcolati al tasso nominale annuo pattuito nel contratto e saranno addebitati alle scadenze originarie previste.
Resta inteso che in ogni caso la sospensione determina l'allungamento del mutuo nella misura corrispondente alla sospensione stessa (massimo 8 mesi) e pertanto sarà necessario integrare, a carico del richiedente, la copertura assicurativa originariamente prevista. Si precisa che, in ogni caso, la Banca non applicherà interessi di mora alle rate oggetto di sospensione e non procederà ad alcuna segnalazione di insoluto alle Banche Dati con riferimento alle rate sospese.
La sospensione non costituisce in alcun modo novazione del contratto di mutuo e resta ferma ogni altra modalità, patto, condizione e garanzia di cui al contratto di mutuo, con particolare riferimento alla garanzia ipotecaria nel caso di mutuo ipotecario.
La richiesta deve essere inoltrata presso le Filiali della Banca Popolare di Puglia e Basilicata entro il 31/01/2011.
 
 
Dicembre 2010