Guida All'Assegno

 

Le pagine della nostra "Guida all'assegno: istruzioni per l'uso" contengono:

- le disposizioni previste dall'art. 32 del Decreto-Legge n. 112 del 25.06.2008, recante "Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione Tributaria";

- le disposizioni in tema di Antiriciclaggio contenute negli artt. 20 (Adeguamento alle disposizioni comunitarie delle limitazioni all'uso del contante e dei titoli al portatore) e 36 (Disposizioni antifrode) del D.L. 31/05/2010 n. 78: "Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica";

- le disposizioni previste dall'art. 2 del Decreto-Legge n. 138/2011: ulteriori misure urgenti. G.U. n 188 del 13.08.2011 - Manovra finanziaria aggiuntiva;

- le disposizioni previste dal Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201 concernente "Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici" e Legge di conversione n. 214/2011.

 Di seguito alcune delle nuove disposizioni:
 
- è vietato il trasferimento di denaro contante o di libretti di deposito bancari o postali al portatore o di titoli al portatore in euro o in valuta estera, effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, quando il valore dell'operazione, anche frazionata, è complessivamente pari o superiore a 1.000,00 euro;

- gli assegni bancari e postali emessi per importi pari o superiori a 1.000,00 euro devono recare l'indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità;
 
 
- il rilascio di assegni circolari, vaglia postali e cambiari di importo inferiore a 1.000,00 euro può essere richiesto, per iscritto, dal cliente senza la clausola di non trasferibilità;

- il saldo dei libretti di deposito bancari o postali al portatore non può essere pari o superiore a 1.000,00 euro;

- i libretti di deposito bancari o postali al portatore con saldo pari o superiore a 1.000,00 euro, esistenti alla data di entrata in vigore del presente decreto, sono estinti dal portatore ovvero il loro saldo deve essere ridotto a una somma non eccedente il predetto importo entro il 31 marzo 2011.