Finanziamenti Assistiti dalla Garanzia del "Fondo Tranched Cover" e Contributi a Fondo Perduto "Titolo II"

FONDO DI GARANZIA TRANCHED COVER
La Banca Popolare di Puglia e Basilicata è aggiudicataria di risorse pubbliche, costituite nel Fondo di Garanzia Tranched Cover, gestito da Puglia Sviluppo Spa, a garanzia di finanziamenti richiesti dalle Pmi (Micro, Piccole e Medie Imprese), per la realizzazione di investimenti aziendali localizzati nella Regione Puglia.
 
Sono ammesse all'intervento del Fondo le imprese operanti in tutti i settori (escluso: l'agricoltura primaria, pesca, carboniero e trasporti merci c/terzi per l'acquisto di veicoli),
per finanziamenti aventi specifiche caratteristiche indicate nell'avviso pubblico B.U.R.P. n. 1 del 02/01/2014, reperibili alle pagine web: www.pugliasviluppo.eu.
 
A parità di ogni altra condizione, i finanziamenti assistiti dalla garanzia del Fondo Tranched Cover sono regolati a tassi e condizioni più favorevoli dei prodotti standard: i tassi d'interesse (fisso e/o variabile) sono calcolati sulla base del parametro di riferimento Irs/Euribor del periodo, maggiorato di uno spread massimo del 5% e sono esenti da commissioni istruttoria. Ulteriori dettagli sono consultabili nei fogli informativi reperibili all'indirizzo web: www.bppb.it.
 
AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE RIGUARDANTI IL TITOLO II
CAPO 3 – aiuti agli investimenti delle PMI;
CAPO 6 – aiuti agli investimenti delle PMI nel settore turistico-alberghiero.
 
Le imprese che intendono realizzare nuovi programmi di investimento localizzati nella Regione Puglia, recandosi presso qualsiasi filiale della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, hanno l'opportunità di accedere agli strumenti agevolativi disciplinati  dal TITOLO II Capo 3 e capo 6 previsti  dal Regolamento Regionale n. 17 del 30.09.2014 (B.U.R.P. n. 139 suppl. del 06.10.2014). 
Detti strumenti prevedono  l'accesso a finanziamenti a sostegno dei programmi di investimenti, supportati da agevolazioni contributive la cui intensità di aiuto massima, calcolata in base ai costi ammissibili al programma di investimenti,  non potrà superare:
  • il 35%  per le medie imprese;
  • il 45% per le piccole e micro imprese.
Le agevolazioni contributive  saranno calcolate indipendentemente dall'ammontare complessivo del progetto di spesa ammissibile, su un importo finanziato massimo di:
  • Euro 4.000.000,00 per le medie imprese;
  • Euro 2.000.000,00 per le piccole e micro imprese.
 
Sono previste le seguenti agevolazioni contributive:
1. Contributo in conto impianti. Qualunque sia la maggior durata del contratto di finanziamento accordato dalla Banca, il contributo in conto impianti sarà calcolato con riferimento ad una durata massima del finanziamento di:
  • sette anni, per finanziamenti destinati alla creazione, ampliamento e/o ammodernamento dello stabilimento (oltre eventuale preammortamento di 24 mesi se previsto dal finanziamento);
  • cinque anni, per finanziamenti destinati all'acquisto di macchinari, attrezzature, brevetti, licenze (oltre eventuale preammortamento di 12 mesi se previsto dal finanziamento).
2. Contributo aggiuntivo in conto impianti determinato nella misura del 20% della spesa ammissibile al progetto, riguardante solo macchinari ed attrezzature (TITOLO II – Capo 3)  e  sull'intera spesa ammissibile per le imprese operanti nel settore turistico-alberghiero   (TITOLO II – Capo 6). Il contributo aggiuntivo in conto impianti potrà essere massimo di:
  • € 800.000 per le medie imprese;
  • € 400.000 per le micro e piccole impresePer le imprese che hanno conseguito le medie imprese.

Per le condizioni non riportate nel presente messaggio pubblicitario a scopo promozionale consulta la seguente documentazione in materia di Trasparenza

Contattaci +39 080 87 10 111